• 0D6FC9B9-0036-41D9-AF79-5648F4274A7D

— GUARDA LE FOTO —

Il pensatoio di Cambiamenti è un esperimento importante che ci allinea alle migliori esperienze internazionali. Abbiamo chiamato 100 “saperi” non per arruolarli in un partito o peggio in una corrente, ma per scrivere in maniera condivisa il nuovo programma di sviluppo della Sicilia.
Dal think tank non uscirà il tradizionale programma elettorale buono per tutte le stagioni e per qualsiasi schieramento politico, ma una nuova visione per il futuro della Sicilia, una nuova idea di sviluppo economico e sociale che vogliamo condividere con i siciliani.
È significativo che la politica, in un momento di crisi di credibilità, invece di rifugiarsi nel populismo o di ricorrere in maniera compulsiva alla partecipazione dal basso (ai limiti del dilettantismo) ritrovi il ruolo di una forte dimensione tecnica per la diagnosi dei problemi e soprattutto per l’individuazione delle soluzioni.
Questo vuole essere il pensatoio Sicilia Opensource: un corpo intermedio, con un forte connotato di competenze ed esperienze, che raccorda la responsabilità politica con la cittadinanza attiva, proponendo soluzioni tecnicamente valide e attuabili.
Questo esperimento è “open”, aperto a tutti, ed è soprattutto “plurale”. Chiunque potrà partecipare e costruire una parte di programma. Abbiamo previsto, in tale senso, una piattaforma digitale, “Mille”, che sarà la piazza on line dove discutere e approfondire idee e progetti elaborati dal pensatoio permanente.
Il nuovo programma di sviluppo della Sicilia sarà il protagonista della terza edizione della Leopolda Siciliana così da dare concretezza e valore a quel sostantivo plurale che abbiamo scelto come titolo per l’appuntamento di primavera: Cambiamenti.